Comunicati Stampa
23/06/2017

nctm e l’arte: Artists-in-residence, IX edizione

Le borse di studio assegnate a Ludovica Carbotta, Ettore Favini, Rachele Maistrello

Il bando nctm e l’arte: Artists-in-residence, giunto alla nona edizione, è un progetto di supporto all’arte contemporanea, rivolto ad artisti visivi che intendono partecipare a qualificati programmi di residenza fuori dall’Italia.

Oggi per gli artisti lavorare significa far parte di un contesto allargato e muoversi avendo come riferimento un orizzonte internazionale. Mobilità e occasioni di confronto sono requisiti fondamentali per lo sviluppo dell’espressione artistica e per la sua diffusione. Anche per questo è stata concepita la borsa di studio nctm e l’arte: Artists-in-residence.

L’iniziativa si colloca nell’ambito del progetto di supporto alla creazione artistica nctm e l’arte, avviato da Nctm Studio Legale nella convinzione che l’arte possa essere un punto di vista privilegiato sulla contemporaneità.

Nato 2011, nctm e l’arte comprende inoltre il sostegno a progetti artistici, la collaborazione con istituzioni culturali italiane di riferimento e la creazione di una collezione.

Il 31 maggio 2017, dopo aver vagliato attentamente le candidature pervenute, il comitato di valutazione, composto dalla responsabile del progetto nctm e l’arte Gabi Scardi, dalla critica d’arte contemporanea Rossella Moratto e dall’artista assegnataria della precedente edizione, Paola Anziché, ha individuato i destinatari delle borse di studio in Ludovica Carbotta, Ettore Favini, Rachele Maistrello.

La decisione è stata approvata dal Comitato Arte di Nctm Studio Legale.

Il prossimo bando nctm e l’arte: Artists-in-residence sarà comunicato a settembre 2017.

I borsisti della nona edizione di nctm e l’arte: Artists-in-residence sono:

Ludovica Carbotta (Torino, 1982) elabora la relazione tra lo spazio urbano e l’individuo che lo abita in considerazione degli aspetti antropologici e storici del territorio.
Il comitato di valutazione la segnala per la qualità del progetto proposto, che si inserisce nella sua ricerca e nel suo percorso strutturato e coerente, e per il prestigio internazionale dell’istituzione che la accoglie, la Jan Van Eyck Academy di Maastricht.

Ettore Favini (Cremona, 1974) riflette sulla cultura materiale e sulla tradizione artigianale rielaborandole in base a una pratica di matrice concettuale, in molti casi collaborativa.
Il progetto che l’artista intende completare grazie alla residenza presso “Atla(s)now” (Marrakech) è stato presentato con un progetto solido, articolato e chiaramente descritto, ed è coerente e in linea con il suo percorso artistico.

Rachele Maistrello (Vittorio Veneto, 1986) è stata scelta per l’autonomia di visione e per la freschezza d’immaginazione con cui interpreta il contesto quotidiano. Con l’assegnazione della borsa per la residenza presso “I: project space” (Beijing), nctm e l’arte desidera favorire lo sviluppo del suo percorso.

 

Log in with your credentials

Forgot your details?