Rassegna Stampa
15/10/2020
bebeez.it
Fusioni & Acquisizioni, Private Equity - Diritto Bancario & Finanziario

Il fondo Ambienta compra Mobert che insieme ad Amutec e Scae Europe crea il polo dei macchinari per il packaging sostenibile

Il fondo Ambienta compra Mobert che insieme ad Amutec e Scae Europe crea il polo dei macchinari per il packaging sostenibile. Ambienta sgr ha rilevato Mobert srl, operatore italiano storico nei macchinari per la produzione di sacchi bio-compostabili e riciclati (si veda qui il comunicato stampa). Quest’ultima si unirà ad Amutec srl, azienda attiva nel settore delle saldatrici, studiate e progettate in chiave ambientale e sostenibile, acquisita da Ambienta nell’agosto 2019 (si veda altro articolo di BeBeez) e a Scae Europe, attiva nello stesso settore e rilevata da Amutec nel giugno scorso (si veda altro articolo di BeBeez). Mobert, fondata nel 1959 a Castellanza (Varese), è un operatore storico nel settore dei macchinari per la produzione di sacchi, con una gamma di prodotti che completa ed amplia quella di Amutec nei settori dell’immondizia, ortofrutta e industriale. La sua offerta abbraccia inoltre il settore in forte crescita degli imballaggi alimentari e pet food. La gamma prodotti di Mobert vanta una chiara vocazione ambientale. L’azienda condivide con Amutec il ruolo di leader nella progettazione e produzione di macchinari pensati per processare polimeri riciclati e bio-compostabili, che rappresentano oltre l’80% dei prodotti venduti nel 2019 e favoriscono quindi in numerosi mercati l’adozione di alternative più sostenibili alla plastica vergine. A ciò si aggiungono soluzioni innovative negli imballaggi flessibili, che consentono una riduzione fino al 70% sull’utilizzo della plastica rispetto ai tradizionali imballaggi rigidi. La società ha chiuso il 2018 con ricavi per 11,5 milioni di euro, un ebitda di 2,35 milioni e una liquidità netta di 4,8 milioni (si veda qui l’analisi di Leanus, una volta registrati gratuitamente). Mobert, Amutec e Scae Europe sono state tutte riunite in In.Pack Machinery, il nuovo polo dei macchinari per il packaging sostenibile. Il gruppo vanta un’offerta unica sul mercato in termini di ampiezza della gamma prodotti, storia e presenza geografica, un posizionamento da leader in diverse aree e segmenti di mercato e l’ambizione di diventare il fornitore di riferimento per i clienti più esigenti a livello globale. Il gruppo potrà inoltre contare sul coinvolgimento dei soci di Mobert Roberto Trezzi, Simona Trezzi e Maurizio Toniato, sia in qualità di azionisti sia come manager. Nell’operazione, Ambienta è stata affiancata dagli advisor goetzpartners (business due diligence), New Deal Advisors (aspetti contabili), Studio Ludovici e Studio Onorati Brambilla (aspetti fiscali), EY (financing) e Nctm (aspetti legali). Paolo de Angelis, ceo di Amutec, ha commentato: ‘Questa operazione ci proietta su una dimensione nuova, e crea un soggetto unico nel mercato. Lavoreremo insieme a Mobert e a tutti i nostri collaboratori per cogliere diverse direttrici di crescita nel prossimo futuro.’ Simona Trezzi, azionista di Mobert, ha affermato: ‘Crediamo che questa operazione dia a Mobert e a tutti i suoi dipendenti una nuova prospettiva di crescita. Siamo felici di avere partecipato alla creazione di questa realtà e di poterne continuare a supportare l’ulteriore sviluppo’. Francesco Lodrini, partner di Ambienta, ha dichiarato: ‘Mobert e Amutec condividono una forte tradizione imprenditoriale e un’offerta prodotto basata sull’eccellenza e sulla sostenibilità ambientale, che sta portando ottimi risultati anche nell’attuale contesto di mercato. In.Pack Machinery è ben posizionata per potere capitalizzare sulle opportunità offerte da un mercato in continua evoluzione in cui l’impatto ambientale assumerà sempre più un ruolo chiave.’ Ambienta sgr, con sedi a Milano, Londra e Düsseldorf, è specializzata in investimenti in società sia pubbliche che private guidate dai megatrend ambientali. Nell’ambito del private equity, conta masse gestite per oltre un miliardo, che ne fanno il più grande gestore al mondo con questa strategia. Ad oggi Ambienta ha realizzato in Europa 39 investimenti, nelle aree dell’uso efficiente delle risorse e del controllo dell’inquinamento. Nel settembre scorso la sgr ha aperto un nuovo ufficio a Parigi e assunto due nuovi partner: Gwenaelle Le Ho Daguzan in Francia e Hans Haderer in Germania (si veda altro articolo di BeBeez). Ambienta sgr nel maggio scorso ha nominato presidente Carla Ferrari, in sostituzione di Antonio Segni, che ha lasciato la carica dopo 12 anni. Nel Consiglio di amministrazione di Ambienta sgr è stato contestualmente nominato Alfredo Altavilla in qualità di consigliere indipendente (si veda altro articolo di BeBeez). Ambienta sgr è uno degli investitori di private capital monitorati da BeBeez Private Data. Scopri qui come abbonarti a soli 110 euro al mese

Tratto da BeBeez.it

Ricevi i nostri aggiornamenti