Rassegna Stampa
27/11/2018
Legalcommunity
Fusioni & Acquisizioni, Private Equity - Diritto Tributario

Tutti gli avvocati per la nascita di Relife

Chiusa l’operazione che porta alla nascita del Gruppo Relife, attivo in Italia nella raccolta, selezione, compattazione e avvio al riciclo dei rifiuti differenziabili.

Il Gruppo nasce dall’aggregazione, attraverso una serie di acquisizioni, sotto la capogruppo ReLife S.p.A., del Gruppo Benfante (costituito dalle società Benfante, Benassi, Ecolfer, Usvardi, Bergadano, Valfreddana Recuper) e della Cartiera di Bosco Marengo.

Gli aspetti contrattuali relativi alla costituzione di ReLife, agli accordi tra i soci della stessa, all’acquisizione di Cartiera di Bosco Marengo, di Benfante e delle minoranze delle partecipate del Gruppo Benfante sono state curate, per l’acquirente, da Gelmetti Studio Legale Associato, con il socio Pierfrancesco Gelmetti e gli associate Davide Morandi, Giovanni Gazzerae Gabriele Moioli, e per i venditori da Nctm, con i soci Pietro Zanoni e Manfredi Luongo, da Grimaldi, con il socio Andrea Sgalla, da Trevisan & Associati, con Massimo Chiaia, dallo Studio Avallone, con Paola Avallone, e da Greco Vitali e Associati, con Matteo Vitalie Michela Polimeni.

L’operazione è stata in parte strutturata attraverso un finanziamento bancario di complessivi Euro 88,5 milioni, articolato in più linee e destinato anche a sostenere la crescita futura, concesso da un pool di Banche composto da MPS Capital Services Banca per le Imprese, come banca agente, Banco BPM, Crédit Agricole Carispezia, UBI Banca e Banca IMI.

Per gli aspetti contrattuali relativi al finanziamento, il Gruppo Relife è stato assistito da Pavia e Ansaldo con il socio Giuseppe Besozzi e il counsel Maria Chiara Puglisi oltre a Greco Vitali e Associati, con Chiara Langè, mentre le Banche finanziatrici sono state assistite da Curtis Mallet-Prevost Colt & Mosle, con il partner Alfonso De Marco e gli associate Filippo Bianchi, Giacomo Pino e con Valerio Cellentani e Valentina Petti.

Gli aspetti notarili sono stati curati dallo studio notarile Todeschini-Bastrenta, con il Notaio Edmondo Todeschini ed Elena Canella, Gaia Sinisi e Ylenia Iervolino.

Advisor finanziario per l’intera operazione è stata Fineurop Soditic, con un team composto dal partner Umberto Zanuso e da Ilenia Furlanis e Michela Agostini.

 

Tratto da Legalcommunity

Ricevi i nostri aggiornamenti