Rassegna Stampa
24/10/2019
Milanofinanza.it
Corporate & Commercial - Diritto Bancario & Finanziario - Diritto del Lavoro e delle Relazioni Industriali

Retelit acquisisce Partners Associates

Il prezzo offerto per il 100% di Pa Group è pari a circa 60 milioni derivanti da una valutazione di circa 74 milioni, pari all’enterprise value di PA Group, a cui si aggiungono earn-out pari a massimi 13 milioni diluiti in tre anni

Retelit Digital Services, controllata di Retelit, ha sottoscritto un accordo vincolante per l’acquisizione del 100% del capitale sociale di Partners Associates. Nel dettaglio, la controllata di Retelit acquisirà il 100% delle azioni detenute dagli attuali azionisti di PA Group. Tra i principali azionisti vi sono Ennio Baracetti (fondatore con una quota del 46%), RiverRock IHCF e FVS (27% complessivi) e Roberto Cella (14%). Il prezzo offerto per il 100% di Pa Group è pari a circa 60 milioni derivanti da una valutazione di circa 74 milioni, pari all’enterprise value di PA Group, a cui si aggiungono earn-out pari a massimi 13 milioni diluiti in tre anni, legati al raggiungimento di obiettivi di sovraperformance per gli esercizi 2019, 2020 e 2021. Retelit Digital Services finanzierá l’operazione in parte con risorse proprie e in parte attraverso un finanziamento sottoscritto a condizioni di mercato erogato da un pool di banche composto come banca Agente da Banca Imi e come banche finanziatrici da Unione di Banche Italiane, Intesa Sanpaolo e B.Mps Capital Services per le Imprese. Il finanziamento ottenuto, che è volto a sostenere anche eventuali operazioni future di acquisizione nonché il rifinanziamento dell’indebitamento esistente di Retelit Digital Services e di Pa Group, è pari a massimi 103 milioni. L’accordo per l’acquisizione di Pa Group prevede, tra l’altro, che una parte del prezzo (fino a 14 milioni) possa essere corrisposta, a esclusiva discrezione di Retelit Digital Services, interamente in denaro ovvero in parte in azioni di Retelit (fino a 6 milioni) e per la rimanente parte mediante versamento in denaro destinato all’acquisto di azioni Retelit da parte dei venditori. Le azioni Retelit così eventualmente ricevute o acquistate non potranno essere trasferite per un periodo di 18 mesi dalla data del closing. La valutazione di Pa Group corrisponde a un multiplo pari a 7,4 volte l’ebitda atteso di Pa Group per il 2019. Il closing dell’operazione è previsto, subordinatamente all’avveramento ovvero alla rinuncia di alcune condizioni sospensive, entro il 10 gennaio 202o.

Questa operazione porta alla creazione di un primario operatore di servizi integrati ICT italiano, ben diversificato tra infrastruttura e servizi a valore aggiunto (circa 53% infrastruttura e 47% di servizi), potendo contare sull’offerta e competenze di due realtà perfettamente complementari. L’unicitá del nuovo soggetto risiede nel poter coprire nativamente, cioè su propria piattaforma, tutta la catena del valore dei servizi ICT.Il Gruppo Retelit, con questa operazione, può infatti aumentare la gamma di soluzioni e servizi per le aziende e migliorare la capillarità della propria infrastruttura con una maggiore presenza nell’area Nord Est, grazie al contributo di Inasset. Le soluzioni che la nuova realtà potrà offrire saranno traversali per più settori come nel caso di offerte, tra le altre, di Cybersecurity, Cloud, Big Data, Intelligenza artificiale, CRM, ERP, Digital Marketing, System Integration, Data Center, ma anche verticali per singoli mercati, dall’Healthcare, all’Automotive, al Retail, Finance e servizi per la Pubblica Amministrazione. Dall’integrazione delle due realtà ci si attende un significativo miglioramento in termini di volumi e marginalità. Nel primo caso grazie all’estensione, tra l’altro, dei servizi cloud del gruppo Retelit ai clienti PA Group e della vendita di certe soluzioni di Pa Group ai clienti del gruppo Retelit. In termini di marginalità sono previste significative sinergie valutate, a regime, in oltre il 20% rispetto all’attuale ebitda aggregato. Le sinergie sono previste per il 75% grazie a ricavi addizionali legati a opportunità di cross selling sui rispettivi clienti e per il 25% da efficienze legate all’utilizzo dell’infrastruttura Retelit da parte di PA Group e ad economie di scala. Alla luce dell’operazione si segnala che il piano industriale 2019-2023 del gruppo Retelit, a seguito dell’acquisizione, è in corso di aggiornamento e verrà comunicato al mercato entro l’approvazione dei risultati 2019. Retelit Digital Services è stata assistita nell’operazione da Nomura quale Advisor finanziario, da Nctm per gli aspetti legali e giuslavoristici, da PWC quale consulente contabile e fiscale e da ITC Consulting quale consulente tecnico e di business. Il contratto di finanziamento è stato stilato con l’assistenza di Nctm, lato Retelit Digital Services e Simmons&Simmons per le Banche Finanziatrici. Gruppo PA è stato assistito dallo studio Osborne Clarke.

 

 

Tratto da Milanofinanza.it

Ricevi i nostri aggiornamenti