Rassegna Stampa
11/07/2019
Finanza.Tgcom24.mediaset.it
Diritto del Mercato dei Capitali

UCapital24: Feleppa, saremo il 1* social network finanziario in Borsa

UCapital24, il primo social network economico/finanziario, punta a quotarsi a piazza Affari, su Aim Italia, a breve e utilizzerà i proventi della Ipo per accelerare i suoi progetti di crescita anche a livello internazionale. UCapital24, fondata da Gianmaria Feleppa (Ceo), attraverso un’unica piattaforma web ed una app mobile si propone infatti come punto di riferimento mondiale per tutti i soggetti, privati e professionali, interessati al mondo economico e finanziario. In particolare, il modello di business di UCapital24 si basa sullo sviluppo di un social network con all’interno un market place per lo scambio di informazioni e servizi finanziari. UCapital24, che vede anche Giuseppe Vegas nel ruolo di consigliere non esecutivo, è controllata all’85% da UCapital Ltd, holding di proprietà di Feleppa. La restante parte del capitale è in mano a Vetrya (12,5%) e a 4Media Srl (2,5%).
“UCapital24 sarà realmente il primo social network finanziario ed economico. Noi non siamo né un broker né un asset manager, ma un partner tecnologico per gli operatori, che potranno sfruttare la piattaforma per offrire nuovi servizi. E’ un social network e al suo interno nella piattaforma ci sono tutti gli strumenti tecnici che gli operatori possono sfruttare per analizzare mercati e fare trading”, afferma Feleppa, intervistato da MF-Dowjones. “La nostra piattaforma – prosegue ancora il numero uno di UCapital24 -aggrega al suo interno tutte queste funzionalità che quindi vengono inserite in un unico ecosistema. Si tratta di una piattaforma gratuita, strutturata in maniera molto friendly. Adesso c’è solo la versione beta che è servita per costruire tutta la parte di infrastruttura informatica mentre la nuova versione definitiva verràmessa online dopo la quotazione. Tutto lo sviluppo è già fatto e gli algoritmi sono di proprietà nostra”. L’obiettivo di UCapital24 è di arrivare a quota 1 mln di utenti. “Nel piano industriale, che abbiamo fatto in modo più che prudenziale con Bdo Advisor, i Kpi (indicatori chiave di prestazione, ndr) non sono quelli di una social network. Abbiamo preferito prendere valori più bassi per le attività online per essere più prudenti. Da piano nel 2019 prevediamo di raggiungere 70 mila utenti, ma nei prossimi tre anni abbiamo l’obiettivo di raggiungerne un milione. Questo è l’obiettivo minimo in tutto il mondo”. L’operazione di Ipo, spiega ancora Feleppa, “è stata fatta per avere risorse a disposizione per crescere a livello mondiale e in modo più’ veloce. La raccolta ci servirà, una parte, per investire in ricerca e sviluppo – siamo una startup fintech e la nostra missione è continuare ad innovare – un’altra parte invece verrà investita nel personale – su cui puntiamo molto. Una terza parte dei proventi verrà utilizzata per il marketing.
Fino ad oggi la piattaforma è arrivata a oltre 50 mila utenti, senza alcun tipo di attività di marketing. I soldi arriveranno proprio per questo scopo”. “Per noi la quotazione è un punto di partenza. Non facciamo questa operazione per speculare, ma per raggiungere tutti i nostri obiettivi. Tre/cinque mln euro è il target raccolta che abbiamo. Inoltre ho deciso io di assegnare i warrant solo ai nuovi soci e ho anche sottoscritto un aumento di capitale, convertendo dei crediti, e rinunciando a ricevere dei warrant. Ho messo infatti a disposizione il 20% dei miei warrant a tutto il management”, ribadisce il manager.
L’operazione, partita da poco, sembra già riscuotere i primi positivi riscontri. “Stiamo facendo moltissimi incontri e ricevendo moltissimo interesse, anche dall’estero. Visti i riscontri ci sarà anche una finestra per il mercato retail che non era previsto. Puntiamo a chiudere il book nella penultima settimana di luglio”, conclude Feleppa.
Envent agisce in qualità di Nomad, mentre Ambromobiliare e’ l’advisor finanziario. Nctm è l’advisor legale e Bdo la società di revisione.
Ricevi i nostri aggiornamenti